Di cucina, creatività e fotografia. Di ricordi e tradizioni d'infanzia per non perderne il segno. Una buona dose di musica, di incostanza e di pigrizia.

Fotomicilla
Vellutata di zucca e topinambur

Con salsa di soia allo zenzero

  • IMG_8539

Le vellutate sono la mia segreta passione invernale. Sono una coccola che inizio a pregustarmi in uscita dal lavoro, quando inizio a pensare a cosa preparare per cena.Mi piacciono tutte, che siano super sane di sola verdura, o con aggiunta latte o panna e amo la loro consistenza. Le apprezzo ancora di più da quando mi è stato regalato il Bimby perché, se il frullatore ad immersione svolge un ottimo lavoro nel renderle omogenee, il Bimby crea dei veri e propri capolavori.

La scelta di solito avviene nella più totale casualità, apro il frigorifero e vedo cosa c’è nel cassetto della verdura. Scalogni o cipolle per la base ci sono sempre, poi il resto vien da sé.

Questa vellutata l’ho assaggiata qualche tempo fa, invitata a casa di cugini. La particolarità che ho subito notato è stata la presenza di un gusto dolce e pungente allo stesso tempo che la rendeva più gustosa. Avete presente quel tocco che ti consente di mangiarne e rimangiarne e che toglie alla zucca quel “che” di stucchevole? Ed è qui che entra in gioco il topinambur.

Detto anche rapa tedesca o carciofo di Gerusalemme, il topinambur è un tubero dal sapore simile al carciofo che può essere utilizzato in sostituzione delle patate. A differenza di queste ultime non contiene amido ma inulina, una sostanza che all’atto della digestione non produce glucosio ed è quindi perfetto per le diete dimagranti. Può essere anche consumato crudo, tagliato finemente, perfetto per dare croccantezza a delle semplici insalate.

Tornando alla nostra vellutata, qualche giorno fa ho deciso di riproporla e ho cercato sul web qualche idea, preso spunti qua e e adattata con un po’ di fantasia come piace a me.

IMG_8540

Vellutata di zucca e topinambur
Ingredienti (4 persone)
  • zucca, 1 kg.
  • topinambur, 500 g.
  • olio evo, 20 g. + quello per condire alla fine
  • scalogno, 2
  • brodo vegetale, 700 ml.
  • maggiorana, 1 rametto
  • pepe bianco, q.b.
  • sale, q.b.
Per la salsa di soia allo zenzero
  • latte di soia, 25 ml.
  • zenzero fresco grattugiato, 1 cucchiaino di succo
  • olio di arachidi, 50 ml.
  • succo di ¼ di limone
  • senape dolce, 1 cucchiaino da caffé
  • sale, q.b.
Procedimento con il Bimby
  1. Lavare e mondare la zucca e il topinambur (per quest’ultimo ho usato un comodissimo sbuccia patate).
  2. Tagliare la zucca a cubetti piccoli e affettare il topinambur a fette sottili sottili (io ho utilizzato una mandolina).
  3. Portare a bollore il brodo vegetale.
  4. Inserire nel boccale lo scalogno 5 sec./vel. 7, raccoglierlo sul fondo, aggiungere 20g. di olio evo, la maggiorana e fare andare 3 min./100°/vel. 1.
  5. Togliere il rametto di maggiorana.
  6. Versare nel boccale la zucca, il topinambur e il brodo bollente, aggiungere il sale e far cuocere per 25 min./100°/vel. soft.
  7. Mentre le verdure cuociono, preparare la salsa allo zenzero.
  8. Unire il latte di soia, il limone, la senape, il succo di zenzero e il sale, aggiungere a filo l’olio di arachidi e nel mentre frullare con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una salsa densa.
  9. Passati i 25 minuti, per rendere il tutto super vellutato, omogeneizzare per 20 sec./vel. 10.
  10. Versare in una ciotola, condire a piacere con un po’ di salsa allo zenzero, un filo di olio evo e una macinata di pepe bianco.
Procedimento senza il Bimby
  1. Lavare e mondare la zucca e il topinambur (per quest’ultimo ho usato un comodissimo sbuccia patate).
  2. Tritare lo scalogno e farlo soffriggere assieme alla maggiorana in una pentola a bordi alti qualche minuto nell’olio evo facendo attenzione che non si bruci.
  3. Togliere il rametto di maggiorana.
  4. Tagliare la zucca a cubetti piccoli e affettare il topinambur a fette sottili sottili (io ho utilizzato una mandolina) e versarla nella pentola assieme al soffritto.
  5. Aggiungere il brodo vegetale e cuocere per 25 minuti.
  6. Mentre le verdure cuociono, preparare la salsa allo zenzero.
  7. Unire il latte di soia, il limone, la senape, il succo di zenzero e il sale, aggiungere a filo l’olio di arachidi e nel mentre frullare con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una salsa densa.
  8. Passati i 25 minuti, con il frullatore ad immersione frullare fino ad ottenere una consistenza liscia e priva di grumi.
  9. Versare in una ciotola, condire a piacere con un po’ di salsa allo zenzero, un filo di olio evo e una macinata di pepe bianco.
Una piccola postilla.

Per ottenere facilmente del succo dallo zenzero fresco è sufficiente grattugiarne un po’ e poi spremerlo tra due cucchiai (con i cucchiai appoggiati uno sopra l’altro con le parti concave rivolte verso l’alto).

Per una versione meno dietetica, potreste massaggiare delle fette di pane rustico con uno spicchio di aglio, salarle, irrorarle con un po’ di olio (quando capita io utilizzo questo) e farle tostare in forno. Dopo di che gustarle assieme alla vellutata.

Lasciaci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>