Di cucina, creatività e fotografia. Di ricordi e tradizioni d'infanzia per non perderne il segno. Una buona dose di musica, di incostanza e di pigrizia.

Fotomicilla
Gomasio fai da me

Di gomasio, sale integrale e alga spirulina.

  • IMG_7881
  • IMG_7887
  • IMG_7879

Avete mai sentito parlare del gomasio? È un ottimo sostituto del sale tipico della cucina giapponese (il nome è dato dall’unione tra goma=semi di sesamo e shio=sale), composto appunto da sesamo tostato e sale in proporzioni variabili. Più calorico del sale per la presenza del sesamo, ma molto meno dannoso per le arterie rispetto al sale puro, è perfetto per condire insalate, cereali, io lo trovo molto piacevole anche sul pesce e su semplici bruschette. L’olio contenuto nei semi di sesamo avvolge il sale, impedendogli di assorbire un’eccessiva quantità d’acqua. In questo modo, l’olio aiuta il sale a penetrare nelle cellule solamente quando necessario. Direi  perfetto per la stagione estiva.

Oggi pomeriggio mentre pensavo a cosa avrei preparato per cena, ho deciso di mettermi a riordinare la dispensa e recuperare tutti quei prodotti che acquisto con curiosità e che frequentemente dimentico di avere. L’obiettivo era quello di metterli più a portata di mano e non più nascosti, in modo da non dimenticarli. Tra le varie cose (sciroppo di agave, miso, tahine, polvere di alga spirulina – intonsi), ho recuperato due vasetti pressoché vuoti di gomasio scaduto a… dicembre 2011 (!!!) ed EUREKA! Perché non riempirli nuovamente? Il sesamo non manca mai dalla mia dispensa, di sale ne ho a bizzeffe ed ho addirittura la polvere di alga spirulina per aromatizzarlo. Ebbene sì lo ammetto: ho acquistato l’alga spirulina solo per il suo nome. :) Secondariamente ho scoperto che ha moltissime proprietà, se avete voglia di documentarvi qui qualche informazione in più.

È stato semplicissimo, io ho utilizzato un mortaio di marmo ma penso che anche un mixer possa andare bene. Bisognerà solo fare attenzione a non tritare troppo il composto e lasciarlo più grossolano. In cucina si è diffuso un buonissimo profumo di sesamo tostato che è ancora presente.

Gomasio fai da te
Ingredienti
  • sesamo, 8 parti
  • sale integrale grosso, 1 parte
  • polvere di alga spirulina, q.b.
Procedimento
  1. Lavare il sesamo, scolarlo e tostarlo in una padella dal fondo spesso (sarebbe ancora meglio se fosse di ghisa).
  2. Continuare a mescolare, il sesamo sarà pronto quando inizierà a scoppiettare. Fare molta attenzione affinché non bruci, acquisterebbe un sapore amarognolo poco piacevole.
  3. Tostare allo stesso modo il sale, il momento perfetto per toglierlo dal fuoco è quando inizia ad emanare un leggero odore di cloro.
  4. Mettere il sale dentro al mortaio, aggiungere il sesamo. Con un pestello iniziare a pestare in modo che il sale e i semi di sesamo, non tutti, si polverizzino.
Una piccola postilla.

Come vedrete dalle immagini ho preparato due tipi di gomasio. Uno è quello classico, semplicemente con sesamo e sale integrale. L’altro invece l’ho preparato con sesamo, sale affumicato e ho aggiunto la polvere di alga spirulina.

In precedenza il gomasio l’avevo acquistato già pronto, penso proprio che d’ora in poi lo preparerò da sola per diverse ragioni, è in primis un’ottima alternativa poiché consente di regolare a proprio piacimento la proporzione di sale, in secundis si risparmia anche qualche soldino che non è certo un male.

Lasciaci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>